Tesi-Tirocinio

ELABORATI FINALI

L’elaborato finale deve evidenziare la capacità e l’originalità dello studente nello studio dettagliato di un argomento innovativo per il contesto idraulico agrario e/o agroidrologico dell’azienda agraria, nonché nel reperimento, catalogazione e interpretazione dei materiali bibliografici relativi a tale argomento. Inoltre, il Tutor valuta la capacità redazionale di una relazione sintetica (lunghezza compresa tra i 30.000 e i 40.000 caratteri, spazi inclusi) scritta con spirito critico ed efficace. Infine, lo studente imposterà una discussione orale della suddetta relazione, la quale consentirà di valutare le capacità critiche e l’attitudine a ragionare in una prospettiva multidisciplinare e professionale (abilità tecnica nella progettazione, competenze metodologiche e metriche).

TESI DI LAUREA

Con riferimento alle Tesi di Laurea Magistrale, in accordo agli insegnamenti di Monitoraggio e Gestione Della Risorsa Idrica in Agricultura (CdLM in PAGA) e in ambiente Urbano (CdLM ProGeVUP), lo studente può scegliere tra i seguenti argomenti:

  1. Modellistica e/o sensoristica AgroIdrologica per la gestione esperta dell’irrigazione di sistemi colturali sparsi (Agrohydrological sensing and modeling for feed-forward and/or feed-back control irrigation scheduling in Heterogenous crop system)
  2. Applicazione della spettroscopia da campo per la parametrizzazione della curva P-V e la stima delle componenti del potenziale idrico fogliare (Field Spectroscopy-Parameterization of olive leaf P-V curve and estimation of water potential components)
  3. Modellizzazione macroscopica delle funzioni di stress idrico attraverso l’uso di un sistema HTS (Macroscopic crop water/salinity stress modeling using High-Throughput Screening, HTS, system)
  4. Verifica di un protocollo semplificato per la calibrazione di sensori per la misura dell’umidità del suolo (Testing of a simplified calibration procedure for soil moisture sensors)
  5. Modellizzazione numerica delle prestazioni idrologiche del tetto verde (Numerical Modelling of green roof hydrological performance)

Scelto l’argomento di suo interesse, lo studente potrà affrontare il percorso seguendo una delle due soluzioni:

  1. Tesi Tematica compilativa: indicata per lo studente che ha poco tempo da dedicare alla tesi. La soluzione è aperta a tutti gli studenti e richiede importante impegno nel reperimento, catalogazione e interpretazione del materiale bibliografico. Impegno temporale minimo di 3 mesi.
  2. Tesi elaborativa: la soluzione è consigliata agli studenti che intendono svolgere attività progettuale o integrarsi nella ricerca scientifica. Allo scopo, lo studente affronterà attività di campionamento e misurazione in campo/laboratorio, di elaborazione ed interpretazione dei risultati. Impegno temporale minimo di 6 mesi.

TIROCINIO ALTERNATIVO COVID-19 SCIENZE AGRARIE

Il tirocinio prevede la stesura di un elaborato tecnico su una tematica di rilevanza applicativa e incentrata sullo studio territoriale dei consumi idrici potenziali all’interno del bacino del Tevere. Le attività saranno finalizzate alla redazione di strumenti di studio come mappe tematiche e/o database concernenti le variabili agroidrologiche, utili nella fase di programmazione delle risorse idriche di un territorio.

Nello specifico, il programma delle attività prevede:

  • Attività I – 40% – implementazione database dati agro-meteorologici ed agroidrologici per le 10 stazioni strumentate del SIR (Servizio Informativo Territoriale Regionale) ricadenti all’interno del bacino in oggetto
  • Attività II – 10% – implementazione database con dati scaricati dal servizio NASA-POWER
  • Attività III – 10% – confronto e analisi critica tra le fonti di dati agrometeorologici: NASA-POWER vs SIR
  • Attività IV – 10% – calcolo dell’evapotraspirazione di riferimento e e simulazione di scenari di consumo idrico potenziale
  • Attività V – 30% – redazione della relazione di dettaglio

Per la metrica e la metodica di analisi saranno utilizzate le linee guida previste dall’art. 3 del DM MIPAAF 31 LUGLIO 2015, indirizzate a suggerire la buona prassi per la quantificazione dei volumi irrigui sia alla scala aziendale sia a quella territoriale.